Impegnarsi per fermare la guerra imperialista imposta all’Ucraina!

Condannare l’inettitudine del governo indiano nell’impegno per riportare in India i cittadini indiani!

 

 

 

Le contraddizioni tra le potenze imperialiste che stanno portando l’umanità verso la distruzione del mondo si sono ulteriormente intensificate ed è iniziata la guerra in Ucraina. Le dichiarazioni di Russia e Stati Uniti rivelano che questo non intendono fermarsi. Il Comitato Centrale del nostro partito fa appello a tutti coloro che vogliono salvaguardare l’umanità ad alzi la voce per fermare la guerra. Lancia un appello a tutte le classi oppresse, a tutti i settori ed i soggetti dell’India per chiedere al governo indiano di prendere tutti i tipi di misure atte a  riportare nel paese gli indiani ancora risiedenti in Ucraina.

La Russia ha prima riconosciuto Donetsk e Luhansk nella regione orientale dell’Ucraina come governi indipendenti e poi ha deciso di inviare l’esercito alimentando un conflitto aperto, sul piano politico, geografico ed economico tra gli schieramenti imperialisti. I contingenti militari non sono solo penetrati nelle regioni orientali, ma hanno attaccato l’Ucraina da tutte le direzioni e stanno anche attaccando la capitale di Kiev. È la prima volta in Europa, dopo la fine della guerra fredda, che il pericolo della guerra riemerge in modo così intenso. Questi sviluppi gettano in una situazione di grave incertezza oltre al popolo ucraino, anche la stessa Europa. I mercati azionari di tutto il mondo stanno crollando. Più di 20 mila indiani in Ucraina sono allo stato attuale senza tutele.

I prezzi del greggio sono saliti a 110 dollari al barile e si stima che potrebbe andare oltre 150 dollari in pochi giorni. L’economia del nostro paese potrebbe essere colpita da questa crisi. A parte i prezzi della benzina e diesel, si prevede che saliranno anche quelli dell’ olio di girasole, del grano, dell’alluminio e di altri metalli.

Quando l’Unione Sovietica si disintegrò nel 1991, gli Stati Uniti violarono subito gli accordi con la Russia e iniziarono ad espandere la NATO nell’Europa Orientale. L’alleanza inizialmente limitata a 12 paesi è successivamente stata ampliata a 30 paesi. Prima, a partire dalla Polonia con l’alleanza “VARSAVAW” ha riunito la Romania, la Repubblica Ceca e l’Ungheria. Cinque anni dopo la NATO ha integrato  l’Estonia, la Lettonia e la Lituania. Questi ultimi sono paesi adiacenti alla Russia. Nel 2008, gli Stati Uniti dichiararono la Georgia e l’Ucraina sarebbero  entrate a loro volta entrate nell’alleanza. Se l’Ucraina entrerà a farne parte, la NATO arriverà a posizionarsi a 500 chilometri da Mosca. Il dispiegamento di missili nucleari da parte degli Stati Uniti in Ucraina costituirebbe un grande pericolo per la Russia. Questo ridurrà l’egemonia della Russia sul Mar Nero.

La Russia ha adottato alcun  misure con l’intenzione di sostenere la sua egemonia su queste aree. Putin aveva inviato l’esercito al momento dei conflitti interni in Georgia nel 2008 e l’ha portata sotto il suo controllo. Ha dato sostegno militare ai separatisti dell’isola di Crimea in Ucraina e l’ha annessa alla Russia. La Russia è intervenuta anche in Bielorussia e nel Caucaso e sta incrementando costantemente la sua influenza nei paesi asiatici.

L’Ucraina è stata annessa alla Russia durante il periodo degli zar. L’Ucraina successivamente  aderì volontariamente all’Unione Sovietica. Quando l’Unione Sovietica si separò divenne un paese indipendente. Tuttavia, la popolazione russofona era più numerosa nella regione orientale dell’Ucraina. Ha promosso delle ribellioni armate avanzando la richiesta dell’indipenza. La repressione dell’esercito ucraino si è abbattuta su queste regioni, che hanno scelto di combattere contro gli eserciti ucraini con l’aiuto della Russia.

Nel 2014, a Minsk in Bielorussia, si era raggiunto un accordo tra le parti. L’Ucraina non ha seguito l’accordo di Minsk-1 e ha attaccato ancora una volta queste aree. I ribelli sono stati in grado di contrastare efficacemente l’esercito ucraino. Poi con l’intervento della Fancia e la Germania si arrivò all’accordo di Minsk-2 tra Russia, Francia, Germania e Ucraina. Secondo questo accordo Donetsk e Lushenseev sarebbero diventate regioni speciali e avrebbero ottenuto il diritto autogoverno. Tuttavia, l’Ucraina ha ostacolato l’autonomia di questi paesi ricevendo l’aiuto dei paesi della NATO. In ultimo aveva deciso di aderire alla NATO.  In questo modo si è arriva all’inizio dell’attuale guerra attuale.

Subito dopo l’aggressione russa all’Ucraina, la Francia, la Germania e la Gran Bretagna hanno imposto sanzioni economiche vitali alla Russia. La Germania ha fermato il gasdotto North-2. Questo ha bloccato il gas e il petrolio dalla Russia alla Germania. I paesi occidentali affermano che le sanzioni economiche sono attuate per esigenze nel settore della difesa, banche e miliardari vicino a Putin, ma tutto questo si traduce un pesante fardello per la gente comune. Così, i paesi occidentali intendono mettere la Russia in crisi. La Russia ha deciso di superare le sanzioni economiche con l’aiuto della Cina.

La competizione tra Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Germania e imperialisti russi ha portato alla guerra e sta mettendo i popoli del mondo, soprattutto quelli dei paesi europei, in gravi difficoltà. L’umanità è stata privata della pace nelle due guerre mondiali e nella guerra fredda. Decine di miolini di persone hanno perso la vita. L’attuale situazione causa gravi danni all’umanità. Gli imperialisti stanno promuovendo la guerra per superare la profonda crisi economica e finanziaria. L’egemonia e le contese economiche, politiche e geografiche stanno portando alla guerra. Tutti ii popoli del mondo deve condannare la guerra che gli imperialisti stanno imponendo all’umanità.

La Russia deve fermare la guerra contro l’Ucraina e ritirare i suoi eserciti dalla regione orientale dell’Ucraina. Il governo ucraino deve immediatamente fermare la guerra e attuare l’accordo di Minsk-2. L’Ucraina non deve far parte della NATO. L’intera area deve essere smilitarizzata.

Il governo indiano è membro di un’alleanza militare come la QUAD sotto la leadership degli Stati Uniti. D’altro canto, si sta parlando a favore della pace in Ucraina. Questo non ostacolerà la cospirazione degli imperialisti per la guerra. Tutto il popolo deve esigere che il governo indiano lasci il QUAD. Anche se era chiaro che la guerra era inevitabile in Ucraina il governo indiano non è sino ad oggi riuscito a fornire protezione ai cittadini indiani. Il governo indiano ha ritirato la sua ambasciata che aveva anche il compito di supporta i cittadini indiani. Ha aumentato i costi dei viaggi con  Air India tre volte. Il governo ha annunciato che la gente deve uscire dall’Ucraina ed andare nei paesi vicini, il tutto a proprie spese e che sarebbero state successivamente trasportate con voli aerei. Tutto questo è molto difficile da realizzare per la gentr. Le misure adottate con l’inizio della guerra erano inadeguate. Dobbiamo condannare l’atteggiamento inetto del governo indiano.

Facciamo appello ai lavoratori, agli agricoltori, agli studenti, ai lavoratori, alle nazionalità, alle minoranze religiose, agli amanti della pace e a tutto il popolo affinché si alzi voce contro gli imperialisti per fermare immediatamente la guerra in Ucraina e preservare la gente, la terra e il mondo.

AbhaY

Portavoce

PARTITO COMUNISTA DELL’INDIA (MAOISTA)

comunicato stampa

26 febbraio, 2022